CORONA VIRUS - Centro Studio Pennino

CSSP Centro Servizi Studio Pennino
Logo Ufficiale CSP
CSP Centro Servizi Studio Pennino
CSP Centro Servizi Studio Pennino
CSP Centro Servizi Studio Pennino
Logo Ufficiale Centro Studio Pennino
Logo Ufficiale Centro Studio Pennino
Logo Ufficiale Centro Studio Pennino
Logo Ufficiale Centro Studio Pennino
CSP CENTRO SERVIZI STUDIO PENNINO
CSP CENTRO SERVIZI STUDIO PENNINO
CSP CENTRO SERVIZI STUDIO PENNINO
Vai ai contenuti
INFORMAZIONI UTILI PER I CONDOMINI E/O AMMINISTRATORI
Chiccando sulle immagini per scaricarti i file in formato pdf che vi aiuteranno nel lavoro di Amministratore di Condominio.


CORONA VIRUS
A causa del COVID-19 (c.d. coronavirus), secondo le ultime indicazione del Governo italiano, in tutta la penisola, ci si può spostare solo per validi motivi: lavoro, salute e necessità. Premesso ciò, per evitare di incorrere in morosità condominiale, i proprietari possono versare le quote condominiali all'Amministratore in maniera telematica?
CORONA VIRUS
Protocolli anti contagio anche in condominio, anche se non è un’attività produttiva , per preservare la salute di chi vi abita. La difficoltà è sapere come i comportamenti positivi apparentemente ovvi e quotidiani possono prevenire quelli più a rischio. Una serie di domande e risposte, di situazioni tipiche di vita in condominio, spiegano come comportarsi.
CORONA VIRUS
Una breve cronistoria. Abbiamo parlato nei precedenti articoli dei DPCM del 4 e 8 marzo, provvedimenti emessi dalle Autorità politiche del nostro Paese nel tentativo (in costanze evoluzione) di contenere il contagio da Covid-19.

Conosciamo quali sono, dunque, le limitazioni e i divieti imposti dai decreti e, nello specifico, i più importanti volti ad impedire assembramenti di persone, riunione congressuali, manifestazioni.
CORONA VIRUS
Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale
1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sull’intero territorio
nazionale si applicano le seguenti misure:
a) sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni
di necessità ovvero per motivi di salute e si considerano necessari gli spostamenti per incontrare
congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di
almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie; in ogni caso, è fatto divieto a
tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una
regione diversa rispetto a quella in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze
lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; è in ogni caso consentito il rientro presso
il proprio domicilio, abitazione o residenza;
CORONA VIRUS
Coronavirus, le nuove disposizioni dei posti di blocco: "Controlli a tutti i veicoli"
La Polizia di Roma Capitale ha introdotto nuove regole per controllare il rispetto dei decreti emergenziali degli scorsi giorni. Entreranno in vigore domani 21 marzo.

Con l'aumentare dell'emergenza, la Polizia di Roma Capitale introduce nuove disposizioni operative per controllare il rispetto dei precetti dei dpcm emanati negli scorsi giorni. Tra queste c'è la stretta sui posti di blocco per i veicoli: non saranno più effettuati controlli a campione, ma le forze dell'ordine avranno l'obbligo di "fermare tutti i veicoli al fine di verificare la legittimità degli spostamenti".

Gli spostamenti saranno considerati giustificati solo per motivi di salute, di lavoro o di necessità. Se chi verrà fermato sarà munito di autocertificazione, quest'ultima verrà acquisita dagli agenti; se ne è sprovvisto, gliene verrà fornita una copia da un agente.

Ogni posto di blocco sarà formato da due veicoli. Circa le modalità di svolgimento dei controlli, la circolare dispone che: "I veicoli devono essere tutti accodati e sottoposti al controllo, la eventuale fila di vetture deve interrompersi solo in presenza di evidente situazione di pericolosità per la sicurezza della circolazione".

L'obiettivo di queste nuove misure è quello di "far capire a tutti che la Polizia Locale e nazionale sta eseguendo in concreto controlli mirati, senza ovviamente ingenerare paura ingiustificata o altro ma timore e rispetto per i controlli certamente sì".

Di ringrazia la testa "Il ROMANISTA" - https://www.ilromanista.eu/cronaca/news/32443/coronavirus-le-nuove-disposizioni-dei-posti-di-blocco-controlli-a-tutti-i-veicoli-
CORONA VIRUS
“La capienza massima dell’ascensore è fissata in 4 persone” che “per un adeguato distanziamento” sono tenute “a posizionarsi ai 4 angoli della cabina“. È questa, a quanto apprende la Dire, l’indicazione che l’Agenzia delle Entrate ha dato ai dipendenti degli uffici centrali di Roma come misura per la “riduzione degli affollamenti” in virtù dell’emergenza coronavirus Covid-19.
Sul cartello affisso è anche specificato che “si sconsiglia l’uso dell’ascensore”, uso che diventa vietato “al personale nei primi due piani che non abbia esigenze specifiche di mobilità”..... VEDI IL VIDEO>
CORONA VIRUS
Pillola settimanale del nuovo decreto per la fase 2.
Avvocato Emanuele Fierimonte
CORONA VIRUS
Dal ministero dell'Interno alcune indicazioni fondamentali per la scelta del modello di mascherina più indicato e per il suo corretto utilizzo al fine di ridurre la diffusione di SARS-CoV-2.

Vista la difficolta nel reperire le mascherine il Ministero dell'Interno, in attesa che le forniture siano disponibili per tutti, consiglia di utilizzarle e sceglierle secondo queste priorità:

FFP3 (con valvola di esalazione) ospedali: Reparti Terapia Intensiva, (perché sono a contatto con pazienti certamente contagiati);
FFP2 (con valvola di esalazione) soccorritori (perché sono a contatto con persone e/o pazienti potenzialmente contagiati).
FFP2 (senza valvola) Forze dell'ordine: solo in caso di emergenza ed ausilio a soccorritori (perché devono essere protetti ma non rischiare di contagiarsi tra di loro)
FFP2 (senza valvola) medici di famiglia e guardie mediche: in alternativa è possibile usare anche quelle con valvola (ma ricordiamo che la valvola è di aiuto a chi è costretto ad utilizzarla a lungo tempo in presenza di paziente potenzialmente malato). I medici possono abbinare la mascherina chirurgica sopra alla mascherina FFP2 con valvola per limitare la diffusione della loro esalazione dalla valvola;
mascherine chirurgiche o fatte in casa, devono usarle: tutta la popolazione circolante, tutte le persone che lavorano o sono costrette a lavorare, le stesse Forze dell'ordine, gli uffici aperti al pubblico, gli addetti alla vendita di alimentari ed, in ogni caso, tutte le persone o lavoratori in circolazione.
Per gli addetti all’ospedale, infermieri e/o gli stessi medici, quando non in reparto si potrebbe consigliare di usare le chirurgiche (oppure se disponibili le FFP2 o FFP3 ma senza valvola o con aggiunta della mascherina chirurgica davanti alla valvola) per limitare al massimo la diffusione del contagio.

Chi non deve utilizzare le FFP2 e FFP3 con valvola (e' importante sapere che dalla valvola della mascherina fuoriescono le esalazioni che equivale a diffondere il possibile contagio) quindi:

Assolutamente sconsigliate per la popolazione, (contribuirebbero a contaminarsi l'uno con l’altro);
Sono sconsigliate anche per le Forze dell’Ordine che sono costrette ad un contatto ravvicinato tra colleghi;
Sono sconsigliate anche per tutti i reparti di alimentari o banchi del fresco;
Sconsigliate a uffici aperti al pubblico.
Chi deve usare le FFP2 e FFP3 con valvola:

Ospedali Reparti Terapia intensiva e Infettivologia;
I soccorritori 118, Croce verde, Croce rossa, o simili; (Queste categorie si presume che avranno contatti con persone o pazienti contagiati) devono fare sforzi e/o devono tenerle per lungo tempo.
Chi deve avere le FFP2 e FFP3 senza valvola:

Le Forze dell'ordine, da usare solo ed esclusivamente per interventi di emergenza o interventi in assistenza ai soccorritori, in abbinamento a occhiali e guanti monouso.
In sintesi:

La cittadinanza non deve usare le mascherine con valvola perché possono diffondere il contagio.
Gli addetti alla vendita non devono usare le mascherine con valvola perché possono diffondere il contagio.
Queste due categorie devono usare mascherine senza valvola o chirurgiche o fatte in casa con tessuti pesanti che assorbano l’esalazione ed umidità trattenendola e non rilasciandola
CORONA VIRUS
È disponibile il modello di autodichiarazione per gli spostamenti dal 4 maggio 2020. Può essere ancora utilizzato il precedente modello barrando le voci non più attuali.

L'autodichiarazione è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.
CORONA VIRUS
Divieto di allontanamento dal territorio del Comune di residenza, fatte salve comprovate esigenze lavorative. Una formula cui gli italiani si stanno abituando in questi giorni: è una delle misure introdotte dal governo nel tentativo di contenere l’epidemia legata al Covid-19. Ma quanto spazio ha a disposizione ciascun italiano all’interno del proprio Comune di residenza? Per rispondere a questa domanda, Infodata si è affidata ad Istat, che pubblica i dati relativi alla popolazione residente e alla superficie di ogni comune.
CORONA VIRUS
Cosa ci dice l' avvocato penalista Emanuele Fierimonte del Gruppo Unicondominio.eu sull'autodichiarazione per uscire di casa ?
Visualizza il Video.
CORONA VIRUS
Dal ministero dell'Interno alcune indicazioni fondamentali per la scelta del modello di mascherina più indicato e per il suo corretto utilizzo al fine di ridurre la diffusione di SARS-CoV-2.

Vista la difficolta nel reperire le mascherine il Ministero dell'Interno, in attesa che le forniture siano disponibili per tutti, consiglia di utilizzarle e sceglierle secondo queste priorità:

FFP3 (con valvola di esalazione) ospedali: Reparti Terapia Intensiva, (perché sono a contatto con pazienti certamente contagiati);
FFP2 (con valvola di esalazione) soccorritori (perché sono a contatto con persone e/o pazienti potenzialmente contagiati).
FFP2 (senza valvola) Forze dell'ordine: solo in caso di emergenza ed ausilio a soccorritori (perché devono essere protetti ma non rischiare di contagiarsi tra di loro)
FFP2 (senza valvola) medici di famiglia e guardie mediche: in alternativa è possibile usare anche quelle con valvola (ma ricordiamo che la valvola è di aiuto a chi è costretto ad utilizzarla a lungo tempo in presenza di paziente potenzialmente malato). I medici possono abbinare la mascherina chirurgica sopra alla mascherina FFP2 con valvola per limitare la diffusione della loro esalazione dalla valvola;
mascherine chirurgiche o fatte in casa, devono usarle: tutta la popolazione circolante, tutte le persone che lavorano o sono costrette a lavorare, le stesse Forze dell'ordine, gli uffici aperti al pubblico, gli addetti alla vendita di alimentari ed, in ogni caso, tutte le persone o lavoratori in circolazione.
Per gli addetti all’ospedale, infermieri e/o gli stessi medici, quando non in reparto si potrebbe consigliare di usare le chirurgiche (oppure se disponibili le FFP2 o FFP3 ma senza valvola o con aggiunta della mascherina chirurgica davanti alla valvola) per limitare al massimo la diffusione del contagio.

Chi non deve utilizzare le FFP2 e FFP3 con valvola (e' importante sapere che dalla valvola della mascherina fuoriescono le esalazioni che equivale a diffondere il possibile contagio) quindi:

Assolutamente sconsigliate per la popolazione, (contribuirebbero a contaminarsi l'uno con l’altro);
Sono sconsigliate anche per le Forze dell’Ordine che sono costrette ad un contatto ravvicinato tra colleghi;
Sono sconsigliate anche per tutti i reparti di alimentari o banchi del fresco;
Sconsigliate a uffici aperti al pubblico.
Chi deve usare le FFP2 e FFP3 con valvola:

Ospedali Reparti Terapia intensiva e Infettivologia;
I soccorritori 118, Croce verde, Croce rossa, o simili; (Queste categorie si presume che avranno contatti con persone o pazienti contagiati) devono fare sforzi e/o devono tenerle per lungo tempo.
Chi deve avere le FFP2 e FFP3 senza valvola:

Le Forze dell'ordine, da usare solo ed esclusivamente per interventi di emergenza o interventi in assistenza ai soccorritori, in abbinamento a occhiali e guanti monouso.
In sintesi:

La cittadinanza non deve usare le mascherine con valvola perché possono diffondere il contagio.
Gli addetti alla vendita non devono usare le mascherine con valvola perché possono diffondere il contagio.
Queste due categorie devono usare mascherine senza valvola o chirurgiche o fatte in casa con tessuti pesanti che assorbano l’esalazione ed umidità trattenendola e non rilasciandola
Torna ai contenuti